22 novembre 2011

RECENSIONE "RED DI KERSTIN GIER"

Trama
Red, di Kerstin Gier, prolifica autrice tedesca, affermata in Germania come scrittrice per adulti e per ragazzi, è il primo volume della Edelstein Trilogie (Trilogia delle Gemme), un’originale serie YA a cavallo tra fantascienza e romanzo storico, con una buona dose di avventura e un tocco di romance.
La storia è davvero molto bella e non stento a credere che Red (Rubinrot), in Germania, sia stato un bestseller e abbia lanciato la carriera della scrittrice a livello internazionale (i diritti sono stati acquistati da 15 paesi).
Ci sono famiglie, nel mondo, che posseggono un gene che consente il viaggio nel tempo a un componente in ogni generazione. La particolare famiglia allargata della protagonista, Gwendolyn, che vive in una vecchia e imponente casa d’epoca della Londra contemporanea, è una di queste. Solo che la famiglia, avendo sempre pensato che sarebbe stata la cugina Charlotte a ereditare il gene, ha cominciato ad addestrare lei, sin da piccola, al difficile compito di “viaggiatrice“. Non Gwendolyn. Peraltro poco apprezzata e già in possesso di un dono soprannaturale particolare. Il destino, però, è sempre pronto a fare sorprese. E un giorno, all’età di 16 anni, Gwen, improvvisamente, “salta indietro”:
«Mi sentii strattonare in aria all’improvviso. Avevo lo stomaco sottosopra. La strada si trasformò in un fiume grigio davanti ai miei occhi. Quando tornai a vedere chiaramente, scorsi un’auto d’epoca che girava l’angolo mentre io ero inginocchiata sul marciapiede e tremavo di paura. C’era qualcosa che non andava nella via. Era diversa dal solito».

Dopo questo primo salto, le cose, per Gwen, si fanno davvero complicate, tra ostilità dei parenti, Charlotte in testa, e questioni oggettivamente complesse da gestire. Perchè connesse al viaggio nel tempo ci sono molte cose. Ad esempio, l’Ordine segreto dei Guardiani e un cronografo con 12 gemme che ha misteriosamente a che fare con un avo dei secoli passati e il sangue dei viaggiatori. Dodici, nati in epoche diverse.
Ci sono molti segreti relativi alla famiglia, nascosti nel passato, e uno di questi riguarda proprio Gwen e la sua nascita. Che fa di lei la dodicesima viaggiatrice. Quella che corrisponde all’ultima pietra dell’antico cronografo. E all’ultima goccia di sangue necessaria… per fare cosa?
Nelle vicende in cui si troverà coinvolta, Gwen, però, non sarà sola. Un inzialmente insopportabile (e affascinante) ragazzo dagli occhi verdi, Gideon de Villiers, un viaggiatore del tempo di un’altra famiglia, l’accompagnerà nel passato e diventerà, mentre gli eventi faranno il loro corso, tra pericoli e intrigantissimi misteri, sempre meno sprezzante e odioso… (La trilogia è nota anche come Liebe geht durch alle Zeiten, indicativamente, L’amore attraverso le epoche/i secoli/il tempo).

Trilogia delle Gemme:
1. Rubinrot (rubino), 2009 (Red, 2011)
2. Saphirblau (zaffiro), 2010 (Blue, 2011)

3. Smaragdgrün (smeraldo), 2010 ( in libreria dal 9 Febbraio 2012)

Il BookTrailer Ufficiale


La mia recensione
Irremidiabilmente attratta dalla copertina, da tanto (troppo) adagiato sul mio comodino, non vedevo l'ora di leggerlo e posso senza dubbio confermare che le mie aspettative non sono state deluse!
Ho divorato questo primo capiolo della trilogia delle Gemme in meno di tre giorni, e non solo grazie alla mia capacità di leggere velocemente. K. Gier è capace di farci immergere nella vita più o meno tranquilla di Gwen, una raggazza come tante con una famiglia molto particolare. Infatti alcuni dei componenti possiedono il gene dei viaggi del tempo. L'attenzione di tutti è focalizzata su Charlotte, sorriso da Monna Lisa, addestrata schermidrice, ottima pianista, molto graziosa e del tutto incapace di essere simpatica, Gwen è felice di non essere lei la "prescelta" ma qualcosa va storto e un giorno, invece di essere sul marciapiede per andare a comprare delle caramelle per sua zia si ritrova nelle strade di Londra in un anno sconosciuto. Nella totale sorpresa di familiari e adepti dell'Ordine Segreto dei guardiani Gwen scopre di non essere l'unica: Gideon un ragazzo affascinante dagli occhi verdi l'accompagnerà nelle sue avventure.
Meno male che sul mio comodino Red era accompagnato dal seguito, Blue, non ce l'avrei mai fatta ad aspettare dei mesi per sapere come andava a finire la scena in cui...
No, non vi dico cosa succede alla fine, state tranquilli! Non vi priverei mai della gioia e del piacere di leggere questo magnifico libro.

L'autrice

Kerstin Gier è nata nel 1966 e vive con marito e figlio vicino a Bergisch Gladbach, in Westfalia. Alla sua attività di insegnante ha affiancato dal 1995 quella di scrittrice. I suoi romanzi, come Männer und andere Katastrophen, da cui è stato tratto un film, Für jede Lösung ein Problem e Die Mütter-Mafia sono rimasti per mesi in vetta alle classifiche tedesche dei libri più venduti, ma è con Red che Kerstin Gier ha raggiunto il successo mondiale. Un successo da 600.000 copie e diritti venduti in 15 Paesi.

Nessun commento:

Posta un commento