28 aprile 2012

Protagonisti memorabili? La parola ai blogger

Tante volte, quando ci s’innamora di un libro, è perché il suo protagonista è magnetico, attrae empatia, è quasi “reale”. Ci sono personaggi che restano dentro i lettori, e ce ne sono divenuti patrimonio di generazioni. Ma cos’è che rende un protagonista memorabile?
Giuseppe P. del sito WLibri  l'ha chiesto a me e ad altre due blogger ed ecco qui le nostre risposte. (http://www.wlibri.com/protagonisti-memorabili-la-parola-ai-blogger.html)


La mia opinione 
Credo che a modo loro tutti i personaggi dei libri siano indimenticabili sotto alcuni punti di vista; però ci sono quei libri che ti entrano dentro e si fanno amare dalla prima all’ultima riga, sia per la storia che raccontano ma anche per le scelte dei personaggi che danno quel tocco di unicità che rende così speciale il libro.
Credo che a rendere indimenticabile un personaggio sia la capacità dell’autore di dare alla sua creatura dei tratti distintivi che lo rendono al tempo stesso unico (A volte ci imbattiamo in personaggi che hanno caratteristiche che lo rendono simili ad un altro, soprattutto quando si leggono tanti libri dello stesso genere) ed universale. Alla fine ci innamoriamo quasi sempre dei personaggi simili a noi, in cui riusciamo ad immedesimarci così tanto al punto di esclamare: “Io avrei fatto la stessa identica cosa!”. In altri casi i personaggi compiono scelte che noi non avremmo mai fatto e a quel punto acquisiscono tutta la nostra stima e approvazione.
Di personaggi che amiamo ce ne sono tanti ma quelli memorabili sono pochi e diventano parte di noi aiutandoci a crescere e vivere emozioni sempre nuove, io li considero amici fedeli che mi guidano, mi consigliano e mi consolano.
Un personaggio memorabile è quello che entra dentro la testa e dentro il cuore di chi legge. E’ un protagonista con cui si prova subito empatia: ci si può immedesimare in lui stesso, sentire e provare i suoi stessi sentimenti. Si può agire come lui, ed è quel personaggio che ti dispiace lasciare dentro le pagine del romanzo quando hai terminato di leggere, ma sai con assoluta certezza che sarà ancora lì ad aspettarti e pronto a calarti nuovamente nelle sue avventure quando vorrai rileggere il libro.
Per quanto mi riguarda, un personaggio per essere memorabile deve avere innanzitutto una caratteristica fondamentale: deve essere carismatico. Con carismatico intendo che deve essere un personaggio affascinante, intrigante, con una personalità forte, dalle mille sfaccettature… non necessariamente deve essere un personaggio positivo, anzi il più delle volte sono proprio i “cattivi” ad essere memorabili. Inoltre deve avere delle qualità, magari anche delle debolezze, che lo rendano “umano” e quindi porti il lettore a identificarsi in esso, e al tempo stesso però non deve essere troppo ordinario, ma deve avere qualche caratteristica o peculiarità (anche stranezze!) che lo rendano interessante e particolare. Deve conquistare il lettore con il suo modo di agire e di pensare (soprattutto se è fuori dagli schemi), deve farlo gioire, commuovere e, perchè no, anche arrabbiare, insomma in ogni caso deve suscitare una reazione o un’emozione. Un personaggio che lascia indifferente il lettore non può di certo dirsi memorabile!
*** 
E voi che ne pensate? Quando un personaggio diventa memorabile?

Nessun commento:

Posta un commento