25 maggio 2012

Recensione in anteprima di MEMENTO - I SOPRAVVISSUTI di Julianna Baggott

Prossimamente in libreria (credo il 7 Giugno) Memento - i sopravvissuti di Julianna Baggott per la casa editrice Giano. Vi avevo già mostrato la trama in anteprima qualche tempo fa oggi invece vi lascio la mia recensione per aiutarvi  (spero) a decidere se il libro vale la pena di essere acquistato oppure no.
Senza lasciarvi indugiare oltre, la mia risposta è si! non rimandate l'acquisto di questo meraviglioso romanzo.



Ambientato in America del dopo Detonazioni, l'ambiente che ci viene descritto è pieno di desolazione e disperazione. Probabilmente l'America è l'unico luogo al mondo dove ci sono dei sopravvissuti anche se le condizioni in cui vivono sono quasi disperate: le Detonazioni hanno fatto si che le persone venissero fuse con gli oggetti che avevano in mano o con cui sono venuti a contatto al momento delle esplosioni. La Terra è quindi popolata da persone che si sono unite con uno o più oggetti, da ventilatori e schegge di vetro o pezzi di metallo inseriti in varie parti del corpo.  Ma non solo i sopravvissuti abitano in America. Dentro la Sfera esseri umani Puri vivono la loro esistenza tra rigidi controlli e potenziamenti a livello mentale e fisico per creare una nuova razza superiore che potrà un giorno ripopolare la Terra. La Sfera: un'enorme guscio che svetta e illumina i sopravvissuti che ormai sono arrivati ad odiare i loro fratelli più fortunati.

burnt letter

"Sappiamo che siete li, fratelli e sorelle.
 E un giorno emergeremo dalla Sfera 
per unirci a voi, in pace. 
Per il momento vi guardiamo da lontano, con benevolenza."  

L'autrice fa una scelta stilistica molto interessante: infatti ogni capitolo descrive la storia dal punto di vista dei personaggi protagonisti, pur mantenendo la forma del narratore esterno, e questo ci permette di vivere l'avventura insieme ai protagonisti che, dapprima, vivono in contesti e ambienti diversi ma poi si incontreranno per intraprendere una missione comune anche se ognuno trascinato dalle proprie motivazioni. 

La protagonista del libro è Pressia, una ragazza di quasi sedici anni che vive sul retro di un ex negozio da barbiere insieme al nonno. La sua mano si è fusa con una bambola ed è preoccupata perchè al compimento dei suoi sedici anni l'ORS, ufficialmente un’organizzazione di aiuto per i sopravvissuti, di fatto una forza paramilitare tirannica e disumana, verrà a prenderla e la porterà lontano da casa, lontana da suo nonno. Pressia odia la sua vita, odia la bambola incastonata in modo indissolubile nel suo braccio, odia la polvere che entra nei polmoni del nonno attraverso il ventilatore fuso nel suo collo, odia se stessa per non ricordare i suoi genitori, odia il fatto di doversi nascondere nell'armadio per fuggire al momento della chiamata alla leva dell'Ors e odia gli abitanti della sfera per condurre una vita semplice, o almeno così si presenta ai suoi occhi. 

"Dovrà essere brava per sopravvivere - brava, silenziosa e, la notte, quando le ronde dell'Ors girano per le strade, soprattutto ben nascosta"  

L'altro personaggio principale è Partridge figlio di uno degli uomini più potenti della Sfera, infatti lui è un Puro, ma la sua vita non è meravigliosa: suo padre lo tratta con sufficienza, suo fratello si è suicidato e sua madre è morta quando lui aveva circa otto anni. O almeno così credeva fino a che il padre non pronuncia la frase tua madre è sempre stata problematica e riesce ad entrare in possesso gli oggetti appartenuti alla donna. Partridge si convince che la madre non può essere morta e decide di uscire dalla Sfera per ritrovarla; sa che non sarà un viaggio semplice e scappare richiederà molta attenzione ma pur di ricongiungersi alla madre il ragazzo troverà la vera forza e il vero coraggio che sono dentro di lui.

"Grazie alle misure precauzionali adottate per fare della Sfera un prototipo di vita sostenibile in caso di detonazioni, attacchi virali e disastri ambientali, l'area in cui si trovano è probabilmente l'unico luogo al mondo dove ci siano dei sopravvissuti: la Sfera e gli sventurati che vivono nei dintorni, governati da un fragile regime militare."

Gli altri personaggi del libro sono Bradwell, un sopravvissuto che si è fuso con degli uccelli che ora vivono incollati alla sua schiena. Ragazzo molto intelligente, orfano di entrambi i genitori, che vive per cercare di sconfiggere la tirannia dell'Ors e della Sfera.
El Capitan, fuso con suo fratello Helmud, è un ufficiale dell'Ors ormai stufo di dover combattere per una causa in cui non crede e infine Lyda, una Pura, che dopo la fuga di Partridge si troverà a dover attraversare momenti difficili per il solo fatto di averlo conosciuto.

Tutte queste persone così diverse si ritroveranno a condividere un esperienza che li cambierà per sempre: la lotta alla Sfera è cominciata!

Ho trovato questo libro entusiasmante fin dalla prima pagina. Quando la casa editrice mi ha mandato la trama (devo essere sincera) non mi aveva catturato più di tanto, però girando sul web ho scoperto che Memento (Pure in lingua originale) è non solo molto atteso ma anche amato quasi da tutti, allora mi sono ripromessa di dargli una chance. Ed ora eccomi qui in trepidante attesa del secondo capitolo previsto, in patria, per febbraio 2013.   
Capitolo dopo capitolo l'autrice ci indica la strada per districare tutti le varie faccende e tutti i misteri che ci assillano. In questo viaggio ci accompagnano dei personaggi forti che si fanno amare e nei quali, per un verso o per un altro, riusciamo a rispecchiarci fino ad arrivare a provare le loro stesse emozioni: dalla gioia all'angoscia, dalla paura alla rassegnazione fino ad arrivare alla speranza. 
Julianna Baggott ci trasporta con prepotenza in questo nuovo futuro mondo in cui la crudeltà dell'uomo è arrivata ad un punto di non ritorno e la visione utopica di creare un mondo migliore ha portato l'uomo a distruggere se stesso e tutto ciò che gli sta intorno. 

Consiglio a tutti di leggere questo romanzo che è veramente capace di emozionare ma anche di fare riflettere, inoltre l'autrice unisce l'avventura e il dispotico con un tocco di romanticismo che a mio pare non guasta mai. 
Per il voto di questo romanzo mi sento veramente di dare il massimo: non una sola riga mi ha stufato e ringrazio la casa editrice Giano che ci sta dando la possibilità di godere di questo splendido romanzo.
Voto: 

3 commenti:

  1. Ma che bella recensione! Voglio leggerlo anch'io! Ovvio che me la stavo per perdere, mi ero dimenticata di diventare tua follower! Ero convinta di averlo fatto, ma ora ho rimediato ^_^
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  2. Bella recensione!! Non vedo l'ora di leggerlo!

    RispondiElimina
  3. Ciao Sophie! Mi sono appena unito ai tuoi lettori :)
    Lo sto leggendo in questo momento e ho le tue stesse impressioni. Spero mantenga le aspettative fino alla fine ;)

    RispondiElimina