02 giugno 2012

Recensione ANGELO TENTATORE di Stephanie Chong

Trama
Bello come il peccato. E altrettanto pericoloso. Serena St. Clair, angelo custode al suo primo incarico, lo capisce nell'istante stesso in cui le dita di Julian Asher le sfiorano la pelle e i suoi occhi le scorrono addosso come una carezza sensuale. Le basta un attimo per rendersi conto che quello che le sta davanti non è un comune mortale, bensì la più potente entità demoniaca di Los Angeles, un arcidemone il cui unico scopo è indurre in tentazione, sedurre, corrompere... Ma Julian non è disposto a cedere l'anima perduta che le è stata affidata. A meno che lei non accetti la sua perversa scommessa.


La miniserie The company of Angels è composta da:
1. Where Demons Fear to Tread (Angelo Tentatore)
2. The Demoness of Waking Dreams 

La mia recensione
Serena è morta per salvare la vita ad una famiglia intrappolata in macchina dopo un incidente d'auto ed diventata un angelo Custode
Dopo l'addestramento le è stato affidato il suo primo protetto: Nick Ramirez, un attore Holliwoodiano che cerca di reprimere i propri problemi nell'alcool, nelle droghe e nelle donne a pagamento.
Non sembra un compito difficile per Serena che con lo yoga sta riuscendo piano piano a far migliorare il suo protetto ma quando un arcidemone si mette in mezzo tutto cambia.


Appena Julian, demone tra i più potenti dell'inferno,  ha visto quella magnifica ragazza nel suo peccaminoso locale ha deciso che deve essere sua e quando scopre che la ragazza non è altro che una Custode il gioco per lui non fa che rivelarsi ancora più interessante. 


Julian e Serena si sono incontrati per caso, lui è un arcidemone e lei è una novella angelo Custode, sono agli opposti ma non hanno fatto i conti con l'Amore che può colpire quando vuole, ma soprattutto chi vuole.


Serena è disposta a tutto pur di di proteggere Nick e la sua famiglia e quando Julian le "propone" una vacanza a Las Vegas di una settimana l'angelo è costretto ad accettare: la posta in gioco è troppo alta. 
In una settimana possono succedere tante cose e i due protagonisti se ne renderanno bene conto.


Non avevo molto letto di angeli e demoni quindi con questo libro ho scoperto un nuovo universo anche se non molto diverso dalle altre storie d'amore con creature magiche che si trovano divise dalla classica etichetta Bene - Male. 


Lettura veloce e scorrevole ho apprezzato il fatto che, pur essendo un romanzo basato interamente sulla tensione sessuale tra i due protagonisti, l'autrice non si sia lanciata in lunghe (e a volte volgari) descrizioni di scene hot. 
Tra l'alto è una miniserie composta solo da due romanzi (il secondo dovrebbe uscire ad agosto), non so ancora se considerarlo un bene o un male ma sicuramente (o almeno spero) la trama non cadrà nella banalità cosa che, a volte, nelle lunghe serie succede.


E' un libro che consiglio a chi ha voglia d passare un pomeriggio in compagnia di creature immortali che lottano per - e con - i loro sentimenti. Nulla di particolarmente speciale o originale ma comunque bello. 
Voto: 

6 commenti:

  1. Un angelo, un demone, un amore soprannaturale, una settimana come arco temporale in cui si svolge la storia... Messa giù così, ricorda Sette giorni per l'eternità di Marc Levy.

    Mi chiedo perché angeli e demoni sono costretti ad amarsi. Non possono semplicemente... odiarsi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sarebbe mooolto più originale.

      Elimina
    2. :) ma quanto hai ragione?!?!? tutti questi libri dove angeli e demoni si amano...mancano di originalità!!!

      Elimina
    3. Io credo invece che sia una sfida bella e buona per l'autore...insomma, partire da un cliché e cercare di rendere la propria storia unica.
      non mi riferisco a questo libro in particolare, ma voi parlavate in modo generico se non ho capito male =)

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina