06 agosto 2012

Recensione IL GIARDINO DEGLI ETERNI - DOLCE VELENO di Lauren DeStefano

Trama
Rhine ha sedici anni ed è bellissima. Ma è condannata a un destino terribile: morirà il giorno del suo ventesimo compleanno. E, come lei, tutti i ragazzi che vivono sulla Terra in un futuro non troppo lontano. Nel tentativo di trovare una cura per il cancro, infatti, un gruppo di scienziati ha finito per condannare la razza umana a una vita brevissima: vent’anni per le donne e venticinque per gli uomini. Anche l’avvenenza di Rhine rappresenta un pericolo: in questo mondo in decadenza, le ragazze più belle vengono rapite e date in spose ai Governatori, una casta di uomini ricchi e potenti. 
Rinchiusa in una lussuosa dimora, Rhine passa i suoi giorni pensando a un modo per scappare e tornare alla libertà. Soprattutto da quando ha scoperto che la gabbia dorata in cui è prigioniera nasconde uno sconvolgente segreto: nei sotterranei vengono compiuti agghiaccianti esperimenti sugli esseri umani. Nel suo folle piano di fuga, sarà aiutata da un affascinante coetaneo incontrato durante la sua reclusione. Ma il tempo stringe e la libertà sembra sempre più lontana...

La mia recensione
In un futuro non troppo lontano le persone muoiono in giovanissima età: per l’esattezza 20 le donne e 25 gli uomini.
Questo a causa di esperimenti genetici di ricercatori che hanno, si, trovato una cura per il cancro ma hanno condannato le generazioni successive ad una breve esistenza.
In questo contesto si inserisce la storia di Rhine una sedicenne bellissima che viene rapita da alcuni Cacciatori e condannata a diventare la moglie del Governatore Lindem, un “uomo” (se così si può definire un ragazzo di 20 anni) molto docile e molto innamorato della sua prima moglie Rose, ormai prossima alla morte e tenuta in vita da numerosi medicinali.

Oltre a lei altre due ragazze condividono il suo stesso destino: Cicily una ragazzina cresciuta in un orfanotrofio e entusiasta della sua nuova condizione senza però rendersi pienamente conto di ciò che la aspetta e Jenna una ragazza diciottenne molto timida e riservata, cresciuta anch’essa in un orfanotrofio e costretta a vendere il suo corpo per riuscire a racimolare qualche soldo in più per far sopravvivere se stessa e le due sorelle.
Rhine invece aveva una casa e un fratello gemello, Rowan, di cui sente terribilmente la mancanza.
L’unico modo di sopravvivere nella casa del Governatore è assicurarsi la sua benevolenza e diventare la prima moglie, colei che viene mostrata in pubblico e portata alle feste o alle inaugurazioni; e questo è l’obiettivo di Rhine che progetta la sua fuga o comunque cercare di mostrarsi in tv per fare in modo che suo fratello la veda sana e salva, per quanto lo si possa essere prigioniera in una casa enorme ed un giardino che sembra non avere fine.

Fin da subito la ragazza sembra essere la preferita di Lindem che in lei rivede la sua amata e defunta moglie Rose ma nonostante le visite notturne del marito, Rhine non vuole concedersi a lui anche se non sa quanto tempo possa ancora aspettare il marito.
Le giornate trascorrono monotone ma una nuova persona entra nella vita di Rhine, Gabriel, il domestico incaricato di portare i pasti alle spose. Con lui la ragazza riesce a essere sincera e ad aprirsi completamente e a raccontargli la sia storia e le sue origini.

Tra i due nasce un tenero rapporto di complicità e di sincerità che presto si trasformerà in qualcosa di più e Rhine decide di coinvolgere anche lui nella sua fuga: vale la pena provare a riavere la libertà e morire che rimanere prigioniera per il resto della vita che gli rimane.

Questo romanzo è stata una rivelazione, non pensavo che mi potesse piacere così tanto ma d'altronde, dopo Hunger Games, la dispotici - mania mi ha catturato! Ho scoperto un nuovo favoloso genere ^-^
Il giardino degli eterni mi ha conquistata e non vedo l’ora di leggere i due libri che seguono (già pubblicati in patria ma ancora latitanti in Italia).

I personaggi sono ben caratterizzati e durante il romanzo vengono sviluppate diverse sfaccettature dei loro caratteri e questo fa si che in determinate situazioni non sappiamo mai in che modo i protagonisti possano reagire.
La scrittura di Lauren DeStefano è scorrevole e semplice da leggere e riesce a tenerci incollati alle pagine, la storia poi, l’ho trovata molto originale e naturalmente aspetto di sapere come l’autrice deciderà di svilupparla (sperando di non rimanere delusa).

Suspense, azione, amicizia, bugie, amore, sotterfugi e segreti sono gli ingredienti che compongono questo romanzo e lo rendono una lettura piacevole e appassionante.
Voto: 

4 commenti:

  1. Un'altra fan del distopico :D
    Conquista molto questo genere!!

    Anche io per questo libro avevo aspettative più basse invece mi è piaciuto un sacco!!

    RispondiElimina
  2. Voglio leggere questo libro!
    spero non mi deluda!

    RispondiElimina
  3. Mi è piaciuto tantissimo!
    E non vedo l'ora che esca il seguito... spero che Newton Compton non ci faccia penare troppo :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con te! sono impaziente di sapere come va avanti la storia!!

      Elimina