09 settembre 2012

Recensione LADRA DI CIOCCOLATO di Laura Florand

(dal 13 Settembre in libreria)

Ho iniziato a leggere questo romanzo appena mi è arrivato, tramite corriere, dalla Leggereditore. 
Quando si parla di storie d'amore e di cioccolato con una città magica come Parigi come sfondo non so proprio come resistere; meno di due giorni di lettura ed eccomi qui a recensirvi il volume dando sfogo alle mie opinioni in anteprima sperando di ispirarvi nell'acquisto (oppure no) di questo volume.

Cade Corey è la figlia di uno dei maggiori produttori di tavolette di cioccolato in America ma la sua aspirazione è quella di avviare una linea di cioccolato gourmet firmata da uno dei migliori chocolatier parigini: Sylvain Marquis.
Ed è proprio per questo motivo che la ragazza si trova nella capitale francese armata di determinazione e un'offerta per un contratto del valore di migliaia di dollari senza il minimo dubbio che qualcuno possa rifiutare la sua offerta.
Invece è proprio quello che Sylvain Marquis fa, cacciandola senza garbo dal suo atelier.
Cade, però, non è una donna che si arrende facilmente e cerca collaborazioni con altri chocolatier illustri di Parigi ricevendo però solo risposte negative alla sua proposta.

Cade ha una vera e propria passione per il cioccolato rimanendo inebriata dagli aromi e dalla sensazione del cioccolato che le si scioglie sul palato liberando tutta la morbidezza dell'interno e appena assaggia un cioccolatino di Sylvain, per il quale già prova una forte attrazione fisica, decide di voler a tutti i costi scoprire il segreto di quell'uomo così arrogante e pieno di sé ma al contempo sexy e affascinante. Dal suo appartamento posto di fronte alla cioccolatiera Cade riesce a scoprire il codice di accesso del negozio e decisa a rubare le ricette di quell'uomo che al tempo stesso la irrita e la seduce una notte si introduce nell'atelier. 
Sopraffatta dalla presenza invisibile di Sylvain e dall'odore del cioccolato e degli aromi la donna non trovando le ricette si abbandona ai sensi e al gusto assaggiando e rubando diverse scatole di cioccolatini.

La mattina dopo il chocolatier non riesce a capire il motivo dell'intrusione anche se una fantasia inizia a farsi largo nella sua mente...
Per uno sfortunato caso quella mattina al negozio era presente anche un blogger gastronomico che eccitato dalla notizia pubblica un post dedicato alla ladra di cioccolato. La novità fa il giro dei blog francesi raggiungendo quelli inglesi e americani portando il mondo della rete a domandarsi che sia quella donna che ama il cioccolato a tal punto da commettere una violazione di domicilio per impossessarsene.

Cade non si da per vinta e la notte successiva ritorna nel negozio e la mattina dopo Sylvain non ha più dubbi sull'identità della ladra e anche se non sa a che gioco sta giocando la donna americana la sua attrazione è troppo forte e decide di aspettare il ritorno della ladra...

Ladra di cioccolato è un libro che fa venire l'acquolina in bocca l'autrice riesce a farci assaporare il cioccolato e i suoi aromi solo con le parole; la storia è scritta molto bene e lo stile della Florand è molto scorrevole e facile da leggere nonostante ci siano diverse espressioni in lingua francese  ed è molto coinvolgente grazie anche ai continui cambi di punti di vista tra Cade e Sylvain che ci danno la possibilità di cogliere a pieno la storia apprezzando e costatando i vari pregi e difetti sia dell'uno che dell'altro.
La relazione tra i due è dapprima molto burrascosa e quasi non ci accorgiamo del cambiamento interiore e dei sentimenti dei due e questa, per me, è l'unica pecca del romanzo: in alcuni punti sembra che tutto vada bene e il momento dopo vecchi giudizi tornano a farsi vivi nella mente di uno dei due, risolvendosi però con troppa rapidità tenendo conto che l'intera storia si svolge nell'arco di due mesi lasciandoci nel finale a bocca aperta e con l'impressione che tutto sia successo un po' troppo i fretta!

Sognatrici e sognatori in vena di romanticherie: armatevi di una buona scatola di cioccolatini prima di iniziare a leggere questo romanzo (non fate come ho fatto io che ora smanio per avere un cioccolatino!) e poi non vi resta che calarvi nell'atmosfera invernale di Parigi pronti a lasciarvi incantare da un'affascinante chocolatier che non si risparmierà a colpi di cioccolato pur di conquistarvi!
Voto: 1\2

5 commenti:

  1. Sembra molto interessante!!!complimenti per la recensione!!!
    lo leggerò sicuramente!!
    mi piace l'ambientazione!!!
    peccato che il finale si svolta troppo in fretta!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao cara sul mio blog c'è un premio per te... ^_^

    http://happyredbook.blogspot.it/2012/09/premio-cutie-pie.html

    RispondiElimina
  3. Allooraaa quando si parte con il club??? :D

    RispondiElimina
  4. Mmmmmh... mi ha fatto venire l'acquolina in bocca solo leggere la tua recensione! :D Sembra un libro molto carino e soprattutto dolce. Per passare un po' di tempo leggendo una storia leggera e romantica. Molto inetressante! :)

    RispondiElimina