09 gennaio 2013

Speciale Vampiri di Chicago. Recensione LE RAGAZZE MORDONO IL VENERDI' NOTTE di Chloe Neill


Continua lo speciale dedicato ai vampiri di Chicago oggi dedicato alla recensione del secondo romanzo della serie: le ragazze mordono il venerdì notte. 
Mi dispiace di non riuscire ad essere puntuale con le recensioni ma gli impegno sono molti e il tempo per leggere, mio malgrado, diminuisce sempre di più.

Titolo: Le ragazze mordono il venerdì notte (Friday Night Bites)
Autore: Chloe Neill
Editore: Delos Books
Collana: Odissea Vampiri
Pagine: 400
Prezzo: 15,90 euro
Data di pubblicazione: 15 Novembre 2011

Trama:
«Vampiri a Chicago!» Pensereste che titoli come questo abbiano spinto i cittadini della Città dei Venti a impugnare le armi contro noi demoni succhiasangue. Invece, ci stiamo godendo uno stato di celebrità, che di solito è riservato alle stelle di Hollywood, e schivando i paparazzi, pericolosi quasi quanto gli sterminatori armati di croci e paletti. Non fraintendetemi. Gli umani non sono esattamente elettrizzati al pensiero di vivere accanto ai non morti, ma almeno non hanno preso d'assalto il castello... non ancora, almeno. Tutto questo però cambierà, non appena verranno a conoscenza dei Raves, le feste di massa dove i vampiri radunano gli umani come se fossero bestiame per poi berne il sangue fino a ubriacarsi. Il mio "master" Ethan Sullivan, vuole che tenga fuori dalla portata dei media gli aspetti meno gradevoli della nostra esistenza. Qualcuno però non vuole che umani e vampiri vivano in pace.
Qualcuno che nutre antichi risentimenti

La mia recensione
Il secondo capitolo della serie di Chloe Neill si dimostra ampiamente all'altezza delle mie aspettative, anzi, da alcuni punti di vista è stato anche meglio del primo!

A due mesi  dalla cattura del responsabile degli omicidi di cui si parla nel primo romanzo, Merit sta piano piano accettando la sua natura di vampira e a Casa Cadogan la sua convivenza con il suo Master Ethan procede senza grandi scontri ma una nuova minaccia si affaccia sul mondo dei vampiri di Chicago: un giornalista sta indagando sui Rave, raduni non autorizzati dai Casati che vedono coinvolti un numero ristretto di vampiri che bevono segna ritegno da umani semi consenzienti, in cui è possibile che scappi anche il morto.
Ethan, Merit e il Casato Cadogan non possono permettere che questa notizia trapeli sui giornali: la convivenza tra umani e vampiri è governata da una pace temporanea che potrebbe benissimo sfociare in leggi restrittive nei confronti dei vampiri se non addirittura una vera e propria persecuzione nei loro confronti.
Il giornalista in questione è un vecchio amico di Merit, figlio di una delle famiglie più potenti di Chicago e figlio del miglior amico di suo padre: Ethan decide di sfruttare i contatti della sua Sentinella per riuscire ad evitare che la notizia venga pubblicata sui giornali.

Dal canto suo, Merit non è così felice di dover ritornare a frequentare il mondo borghese della sua famiglia, un mondo dal quale lei era riuscita ad evitare di farne parte. 
Per il bene del suo Casato, Merit decide di riprendere i contatti con la sua famiglia e il primo evento al quale dovrà partecipare è proprio a casa della famiglia di Jamie, il giornalista che sta indagando sui Rave...



Non vi anticipo nulla su come e cosa scopriranno Merit, Ethan Luc e gli altri. 
In questo romanzo conosceremo meglio anche Morgan, una vampiro del Casato Navarre con cui Morgan esce anche se è totalmente cotta di Ethan: e proprio nelle pagine di le ragazze mordono il venerdì notte si consuma il duello nel cuore di Merit (e nel nostro) per scegliere quale di questi due splendidi esemplari di vampiri potrà essere il suo compagno -tra me e me  pensavo: Merit quello che scarti tu lo prendo io!-

Leggere la Neill è sempre un piacere. Il suo stile è veloce e semplice, ironico e divertente grazie anche alla narrazione in prima persona della protagonista che ci coinvolge nel suo mondo facendocelo vedere dai suoi occhi.

Una serie più che consigliata!
Voto:

2 commenti:

  1. devo leggerla-devo leggerla-devo leggerla devo leggerla

    RispondiElimina