20 marzo 2013

Recensione EASY di Tammara Webber

Buon pomeriggio cari lettori,
se anche voi come me siete orfani della bellissima storia d'amore raccontata nel romanzo uno splendido disastro di Jamie McGuire (che non ho ancora recensito ma lo farò presto, lo prometto) o se semplicemente siete in cerca di una dolce storia d'amore vi sto per presentare un romanzo che fa al caso vostro. 
Easy di Tammara Webber (in libreria dal 14 marzo per Leggereditore) si è dimostrata una splendida lettura anche se, come molti hanno notato la copertina non è il massimo: ma visto che noi non giudichiamo il libro dalla copertina aprite il libro, iniziate a leggere e immergetevi in questo splendido romanzo...

Trama
Quando Jacqueline segue il fidanzato di lunga data al college di sua scelta, l’ultima cosa che si aspetta è di venire lasciata all'inizio del secondo anno, e di ritrovarsi single a frequentare un’università statale invece di un conservatorio di musica, ignorata da quelli che credeva essere suoi amici. Una sera, un membro della confraternita del suo ex la aggredisce, ma un misterioso sconosciuto si trova proprio al posto giusto nel momento giusto. Jacqueline vorrebbe solo dimenticare quella notte, ma il suo salvatore, Lucas, si siede il giorno dopo nell'ultima fila della classe di economia, e quando non è impegnato a disegnare la rapisce in un gioco di sguardi. Attratta da Lucas ma spaventata dalle proprie paure, Jacqueline non sa se può fidarsi di lui: vuole solo proteggerla e incoraggiarla? Lucas sembra nascondere molti segreti... eppure solo insieme potranno combattere il dolore e il senso di colpa, affrontare la verità e sperimentare l’inatteso potere dell’amore.

La mia recensione
Jacqueline è stata appena lasciata dal suo ragazzo Kennedy; per lui aveva rinunciato ad andare in conservatorio per seguirlo al college. Non si sarebbe mai aspettata che il suo ragazzo la lasciasse all'inizio del secondo anno per potersi divertire con altre ragazze.

Una sera, di ritorno da una festa la ragazza viene aggredita da un compagno di confraternita del suo ex: un'insospettabile ragazzo, che non le aveva mai mancato di rispetto, tutto d'un tratto si trasforma in un mostro che tenta di violentarla in un parcheggio e ci sarebbe riuscito se un ragazzo sconosciuto non fosse intervenuto.
Sconvolta da quanto accaduto, Jacqueline decide di non sporgere denuncia e si lascia riaccompagnare al dormitorio dove vive dal suo salvatore.
Solo lei e il suo misterioso salvatore, Lucas,  sanno cos'è accaduto quella notte e Jacqueline non si sarebbe mai aspettata di trovare il ragazzo nella sua classe di economia.

Lucas è un ragazzo taciturno ma molto premuroso e dolce, attento a Jacqueline, vegliando su di lei come un angelo custode. 
Appassionato di arte, il ragazzo chiederà a Jacqueline di fargli da modella per un disegno, sarà questo piccolo espediente a far decollare la passione tra i due.

Ma la loro relazione dovrà superare numerosi ostacoli: il ricordo costante dell'aggressione, il ritorno di Kennedy e il passato violento di Lucas.


Easy è un romanzo che mi ha conquistata. Si legge tutto d'un fiato complice la scorrevolezza della scrittura e la forte componente emotiva della storia che ci rapisce e ci coinvolge senza possibilità di fuga.
Una storia dolce-amara che tratta argomenti di forte impatto e traccia il profilo di ragazzi forti che hanno il coraggio di affrontare le loro paure.

I personaggi, quelli protagonisti così come quelli secondari, sono ben caratterizzati e molto realistici.
Buck, il ragazzo che aggredisce Jacqueline, è una persona normale, all'apparenza insospettabile,  non è il classico antagonista oscuro e facilmente riconoscibile. Così come l'eroe non è necessariamente forte, temerario e impenetrabile. 
Ho apprezzato l'originalità della storia nel modo in cui è stata costruita dall'autrice, capace di trattare un argomento come la violenza sulle donne in modo delicato. 

Consiglio assolutamente la lettura di questo romanzo romantico, forte e coinvolgente allo stesso tempo.  
Easy non vi deluderà.
Voto:

7 commenti:

  1. non è il mio genere..però bella recensione:)

    RispondiElimina
  2. grazie del consiglio. potrei tentare. Peccato per la copertina italiana...

    RispondiElimina
  3. Devo proprio leggerlo, m'ispira tantissimo. Bella recensione ^^ è un peccato per la copertina, l'immagine che hai messo mi fa desiderare ancora di più quella originale. Era bellissima.

    RispondiElimina
  4. bellissima la recensione!letto ed è bellissimo!!anche io preferisco la copertina inglese!!

    RispondiElimina
  5. L ho letto in solo due giorni e adesso lo sto rileggendo mi è piaciuto più di uno splendido disastro spero che anche questo diventi un film...
    Lo consiglio vivamente

    RispondiElimina
  6. Romanzo che si legge con molta semplicità. Bellissima storia d'amore. Proprio il genere che piace a me!

    RispondiElimina