21 aprile 2013

In my mailbox #44


Nuovo appuntamento con la mia cassetta postale dove vengono raccolti tutti i libri che mi sono arrivato questa settimana (che essi siano comprati, regalati, scambiati o nei casi più fortuiti mandati dalle case editrici). 

Buona Domenica cari lettori,
questa settimana vi ho un po' trascurato ed è tutta colpa della scuola e dell'esame di maturità che incombe pericolosamente su di me.. per cui sto studiando più che posso!
Rubrica in ritardo e poco tempo per leggere.. uff.. eppure io non vedo l'ora di finire Shadowhunters. Città di vetro, di continuare Amore immortale (la lettura del mese del Club del libro), di iniziare Poison princess e Garden. Il giardino alla fine del mondo, new entry della settimana.

Svelata dunque l'unica nuova entrata nella mia libreria :)


Garden. Il giardino alla fine del mondoTrama
Il ritardo è negligenza. La negligenza è disordine. Il disordine è il seme della perdizione. Maite è tra le operaie più efficienti nella fabbrica in cui lavora. In fondo non ha scelta: se commettesse un'infrazione sarebbe punita con la morte. Maite coltiva in segreto la sua passione, il canto, e sogna di raggiungere il leggendario giardino alla fine del mondo, dove si narra vivano i ribelli in completa libertà e dove pare siano sopravvissute le lucciole. Perché il suo paese è diventato una prigione fredda e spoglia. Dopo una lunga guerra, l'Italia è stata divisa in Signorie e, per impedire il ritorno al caos, le arti e le scienze sono riservate a una casta di eletti, mentre gli esclusi sono condannati a una vita di obblighi e privazioni. L'unica fonte di svago è la Cerimonia, la grande festa celebrata per l'anniversario della Rinascita. Maite ha sempre voluto esibirsi su quel palco, ma il giorno in cui potrà finalmente ottenere il suo riscatto scoprirà che, in un paese che ha ucciso ogni speranza, anche dai sogni si può desiderare di fuggire...


***
Ora tocca a voi raccontarmi le nuove entrate libresche della vostra libreria -cartacea o virtuale-

1 commento:

  1. questa settimana...
    l'ultima lettera (puoi trovare la nostra recensione qui! http://lenostreparolerev.blogspot.it/2013/04/sarah-blake-lultima-lettera.html ) in formato cartaceo, mentre per il formato virtuale Sognando Park Avenue, L'uomo che attraversò il tempo per me e un'antologia di racconti "La prima volta" =)

    RispondiElimina