16 settembre 2013

Sono tornata!

Il mio soggiorno a Dublino è finito e con esso le mie vacanze. Sono un pochino triste di essere tornata a casa, Dublino mi ha stregata, mi sono innamorata della capitale dell'Irlanda e conto di tornarci molto presto! 
Ho passato una settimana magnifica (complici anche i miei compagni di viaggio) e ho visitato questa città magica che unisce la tradizione alla modernità, inoltre Dublino è patrimonio dell'Unesco come città della letteratura... cosa volere di più! in ogni angolo si trovano librerie che vendono libri a poco prezzo e anche nelle librerie normali i prezzi sono davvero convenienti: nonostante il pochissimo spazio in valigia non ho potuto fare a a meno di comprare quattro libri che dopo vi presenterò.

Ho visitato moltissimi posti tra cui il museo degli scrittori e il James Joyce Center, un piccolo museo che illustra la vita e le opere di uno dei più famosi scrittori irlandesi. Ammetto di non letto nulla scritto da lui... non ancora, ma prevedo di leggere molto presto Ulisse.

In breve se amate i libri amerete anche questa città! 
Oltre a questi due musei ne ho visitati molti altri tra cui quello dedicato ai leprecauni, figure mitologiche proprie dell'Irlanda: per intenderci sono simili ai folletti, vestititi di verde con barba e capelli rossi; molto furbi e intelligenti si dice che si muovano attraverso gli arcobaleni e che alla fine di ogni arcobaleno sia nascosta la pentola d'oro di uno di loro. Un museo non tradizionale, interattivo con la guida che raccontava storie e leggende su questa particolare creatura magica... il tutto in inglese, ma nonostante la difficoltà a capire io e la mia amica Sara ci siamo divertite moltissimo!!
Naturalmente non potevamo perderci lo spettacolo di musiche e danze irlandesi tradizionali che è una cosa che io adoro. 
Non voglio dilungarmi troppo ma sappiate che Dublino mi ha davvero stregato! inoltre abbiamo trovato un bellissimo tempo, anche se naturalmente, felpa e giubbotto erano d'obbligo.
Qui sotto vi lascio le foto di uno scaffale di libri a metà prezzo (*^*) e di due scaffali di una libreria in centro... sono stata li dentro per più di un'ora! -scusate per la qualità delle foto-



Dopo essere stata dentro alla libreria per tutto quel tempo ecco i libri che ho comprato:
All-American girl di Meg Cabot
Questo libro l'ho già letto in italiano moltissime volte, è stato sicuramente uno dei miei preferiti durante l'adolescenza ma la Rizzoli non ne ha mai pubblicato il seguito, quindi quando mi si è presentata l'occasione di comprarlo, ho deciso di prendere anche il primo romanzo della serie in modo da averla tutta coordinata. 
All-American Girl (All-American Girl, #1)

Trama
Samantha, quindici anni, ha già i suoi problemi: sua sorella è la ragazza più popolare della scuola e ha un ragazzo, di cui anche lei è innamorata. Prende pessimi voti in tedesco e per punizione i suoi la costringono a frequentare delle lezioni di disegno. Ma dal momento in cui per puro caso salva da un attentato il Presidente degli Stati Uniti la sua vita non è più la stessa. Nominata ambasciatrice degli adolescenti alle Nazioni Unite, comincia a frequentare la Casa Bianca.

***
E ora ecco il seguito: All-American girl: ready or not? di Meg Cabot
Trama (tradotta da me. Se prendete citate, please)
Un anno fa Sam Madison ha salvato il presidente degli Stati Uniti da un uomo che voleva ucciderlo. Un anno fa è diventata una celebrità - e ha iniziato a uscire con David, il figlio del Presidente.

Ora, un anno dopo, tutti pensano che Sam sia pronta - per qualsiasi cosa.
La sua insegnante di arte pensa che sia pronta per disegnare persone nude. Il Presidente pensa che sia pronta per presentare la sua proposta di leggere sul Ritorno in Famiglia al popolo americano in diretta TV. E la più spaventosa di tutte: David sembra pensare che lui e Sam sono pronti per portare la loro relazione al prossimo livello; che siano pronti per Farlo.

Tutti pensano che Sam sia pronta. Tutti tranne lei. Ma David sarà pronto ad aspettare per la sua Ragazza Americana?

***
Ero molto indecisa se comprare o meno Ink di Amanda Sun ma alla fine l'ho fatto. L'ho comprato e si trova sul mio scaffale: ho letto alcune recensioni non proprio positive e per questo ho avuto qualche dubbio ma poi mi sono detta "perchè non provare a leggerlo?" ed eccolo qui!
(Poi trovo che la cover sia magnifica, ma questo è un'altra storia!)
Ink (Paper Gods, #1)
Trama (tradotta da me. Se prendete citate, please)
Katie Greene è persa in seguito alla morte di sua madre. Mandata in Giappone, Katie incontra lo stupendo ma distaccato artista Tomohiro, il cui duro atteggiamento la intriga ma spaventa allo stesso tempo. Poi le cose diventano davvero strane. Quando i due stanno vicini i disegni di Tomohiro iniziano a prendere vita... 

Presto le persone sbagliate iniziano a fare domande e Katie e Tomohiro devono rischiare tutto per proteggere la verità.

***
L'ultimo libro che ho comprato (ma non ultimo di importanza) è stato The 5th Wave di Rick Yancey, uno Sci-fi pubblicato lo scorso 7 maggio e da cui sarà presto tratto un film per la Sony.
The 5th Wave (The 5th Wave, #1)
Trama (tradotta da me. Se prendete citate, please)
Dopo la prima onda, rimane solo l'oscurità. Dopo la seconda, solo i fortunati scappano. Dopo la terza, solo i meno fortunati sopravvivono. Dopo la quarta, solo una regola: non fidarti di nessuno.

Ora, all'alba della quinta onda, su un tratto solitario di autostrada, Cassie sta scappando da Loro. Gli esseri che sembrano solamente umani, che vagabondano per la campagna uccidendo chiunque si trovino davanti. Gli esseri che hanno diviso gli ultimi sopravvissuti terrestri. Per poter rimanere da sola, e rimanere in vita, Cassie si aggrappa alla speranza, finché non incontra Evan Walker. Incantevole e misterioso, Evan Walker potrebbe essere l'unica speranza di Cassie di salvare suo fratello, o di salvare sé stessa. Ma Cassie dovrà scegliere: tra fiducia e disperazione, tra rivolta e arresa, tra vita e morte. Tra l'arrendersi o l'alzarsi in piedi.

***

Ecco qui i miei acquisti irlandesi! Credetemi avrei voluto portarmi via l'intera libreria (come sempre succede) ma lo spazio in valigia era davvero ma davvero poco. Brava me! sono riuscita a contenermi! 
Dopo questo lungo post sulla mia vacanza posso annunciarvi che d'ora in poi ci saranno dei cambiamenti sul blog: nuove rubriche, nuove iniziative e molto altro, presto annuncerò tutto in un post apposito.

5 commenti:

  1. Sappi che ti sto invidiando tantissimo :-D
    Il mio più grande sogno è quello di visitare l'Irlanda, quindi anche di scoprire Dublino!!!
    Chissà... un giorno... *_*

    RispondiElimina
  2. Che bel viaggio *__*
    Beataaa!!! anche a me piacerebbe visitare dublino, prima o poi!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Bentornata!! Sapevo che Dublino fosse una città magnifica ma non sapevo fosse così importante dal punto di vista della letteratura!! Che meraviglia *_*

    RispondiElimina
  4. Bentornata!!
    Che spettacolo di viaggio e di librerie !!!

    RispondiElimina
  5. wow, che bella dublino! non l' ho mai visitata, ma conto di andarci un giorno :)
    per quanto riguarda i libri in lingua originale non ne leggo moltissimi perchè il mio livello lessicale è molto basso. comunque quest' anno all' università conto di iniziare un corso di letteratura inglese in lingua :) così vi invaderò di recensioni made in U.K ahahah :P

    RispondiElimina