12 gennaio 2014

Recensione I LOVE CHANEL di Daniela Farnese

Cari lettori ecco la prima recensione del 2014! Mi sarebbe piaciuto leggere (e recensire) un romanzo fantastico, entusiasmante che inaugurasse un anno di letture stratosferiche e invece mi sono ritrovata a leggere un romanzo mediocre. Ecco la mia recensione di I love Chanel di Daniela Farnese, secondo, e fortunatamente, ultimo libro della serie dedicata a Rebecca iniziata con Via Chanel n°5 (qui la mia recensione).

18131957Trama
Étienne si è finalmente innamorato, proprio di lei. Dopo tante delusioni, il vero amore sembra essere arrivato e Rebecca è pronta a trasferirsi a Parigi per raggiungere l’uomo della sua vita. La aspettano una lussuosa casa, un entusiasmante lavoro come wedding planner e un’eccitante convivenza.
Fasciata nei suoi impeccabili tubini, in bilico sui tacchi a spillo, la moderna Coco, ormai sicura di sé e follemente innamorata, è pronta ad affrontare il futuro radioso che la attende. Ma cosa succede se all’improvviso, quando tutto sembra filare liscio, un ingombrante passato si riaffaccia nella vita di Étienne? E se quel passato, per giunta, ha le sembianze di ragazza bruna che indossa una taglia 38, è elegante e ha l’aria da attrice francese di cinema muto? Come se non bastasse, Coco si trova anche alle prese con un insistente e bellissimo corteggiatore e con un padre che dopo anni cerca di riconquistare il suo affetto. Tra soste in pasticcerie che profumano di croissant, brindisi in suggestivi bistrot in compagnia di Élodie e chiacchiere con gli amici fidati, ancora una volta Coco proverà a realizzare il suo sogno d’amore. Perché niente e nessuno potrà convincerla del contrario: il vero lieto fine deve essere per sempre

La mia recensione
Quando uscì il primo romanzo (Via Chanel n°5) lo divorai, poi uscì il secondo e rimandai la lettura fino ai primi giorni del 2014 e quanto mai l'ho fatto! Non rimandare la lettura, sia chiaro, ma proprio leggerlo.
Avrete capito che questa non sarà una recensione positiva e mi dispiace davvero tanto che la prima recensione del nuovo anno sia negativa per cui sarò breve.

Rebecca, Coco per gli amici, è in procinto di trasferirsi a Parigi dal suo nuovo meraviglioso fidanzato Étienne dove la aspetta anche un nuovo lavoro da wedding planner. Il futuro che ha davanti è più roseo che mai e Coco inizia anche a credere che la felicità di questo momento sia destinata a durare per sempre ma dopo aver salutato in suoi amici di Milano ed essere approdata a Parigi le cose iniziano a cambiare. 
Étienne nonostante sia un fidanzato perfetto è molto spesso pensieroso per via del lavoro e non sembra voler fare dei piani per il futuro con Coco così lei inizia a considerare anche l'ipotesi che lui abbia un amante. 

Nonostante questo, Parigi sembra essere la città perfetta per Coco, è la città in cui viveva la sua musa la grande Coco Chanel e le sembra quasi di avvertirne la presenza quando cammina per strada. 
A Parigi Coco incontra anche Paul, un affascinante fotografo che sembra far vacillare il suo amore per Étienne... 

Nota: da qui in poi potrebbero esserci piccolissimi spoiler sul finale.

Dunque vi ho raccontato in breve la trama: inutile che vi dica che il terzo incomodo non avrà poi molto peso nella storia, il lieto fine è garantito!
Il finale l'ho trovato frettoloso e il resto del romanzo noioso, ridondante... non succede praticamente nulla! Coco non fa altro che parlare del fatto che finalmente è una taglia 42 ma non fa altro che mangiare e bere vino, inoltre la cosa più irritante è che oltre a parlare di diete e di difendere la taglia 42 con le unghie e con i denti, Coco parla sempre e solo della grande Coco Chanel, parla citandola così come i suoi amici. Non c'è un discorso in cui la protagonista la scrittrice non concluda con un aforisma di Chanel, è snervante.

I love Chanel è comunque una lettura leggera e non impegnativa, una storia romantica che però non lascia nulla. Di certo non consiglierò di leggerlo (anche se avete letto il primo) ma se lo farete non è che sia un romanzo brutto o scritto male.

Non mi dilungherò altro. Riassumendo in una parola: deludente.
Voto: 

4 commenti:

  1. Se non ricordo male, avevo iniziato tempo fa il primo volume, ma poi ho lasciato perdere perché non mi entusiasmava..
    Penso proprio che non leggerò nessuno dei due, non ho voglia di letture deludenti :3

    RispondiElimina
  2. Via Chanel n°5 non mi era dispiaciuto, ma sapevo che un seguito non avrebbe retto. Odio quando fanno seguiti inutili come in questo caso :/

    RispondiElimina
  3. mi dispiace che questo libro sia stato deludente, io odio leggere libri che non mi piacciono, infatti, nella maggior parte dei casi appena mi rendo conto che non mi prende lo abbandono...
    comunque se ti va passa da me ho un premietto per te:)

    http://wwwilmiomondonerosubianco.blogspot.it/2014/01/conoceme-award.html

    RispondiElimina
  4. Ho letto il primo e già non mi aveva lasciato nulla, proprio come dici tu! una narrazione troppo lentaaa.... il secondo non credo proprio di leggerlo.. :D

    RispondiElimina