24 gennaio 2014

Recensione I SEGRETI DI COLDTOWN di Holly Black

Buon pomeriggio amati lettori!
Ho una marea di recensioni in arretrato ma prima di dedicarmi alle recensioni vecchie vecchie, voglio smaltire quelle del 2014 in modo tale anche da stare al passo con le varie challenge a cui sto partecipando.
La recensione di oggi è quella di I segreti di Coldtown di Holly Black, un libro di cui si è molto discusso in rete e, incoraggiata dai moltissimi pareri positivi, ho iniziato  a leggerlo subito dopo averlo comprato.
Ecco il mio parere.

18720400
Titolo: I segreti di Coldtown
Autore: Holly Black
Pagine: 440
Casa Editrice: Mondadori Chrysalide
Prezzo: 17,00 euro

Trama
Ti svegli la mattina dopo una festa: sei stesa in una vasca da bagno, la tenda tirata, intorno un profondo silenzio.

Gli altri staranno ancora dormendo? Quando ti alzi e giri di stanza in stanza, scopri che durante la notte è successo qualcosa di tremendo. Legato a una sedia, trovi un misterioso ragazzo dagli occhi rossi. Vicino a lui, vivo e ammanettato, c'è Aidan, il tuo ex: appena provi a liberarlo, ti assale in preda a una fame atavica.
Tutto questo non è normale, neppure se ti chiami Tana e sei nata in un mondo molto simile al nostro, un mondo in cui le persone si trasformano in mostri assetati di sangue e vivono confinati nelle Coldtown. Li chiami vampiri, ma potrebbero avere anche altri nomi. Molti di loro sono celebrità, li trovi ogni sera in televisione: tutti i canali trasmettono in diretta le loro feste più trasgressive. Ora non puoi più evitarli, e hai solo ottantotto giorni per salvarti: ma a quanto sei disposta a rinunciare per tenere in vita ciò che non vuoi perdere?


La mia recensione
Sinceramente ho rimandato quanto più potevo la stesura di questa recensione; non perchè il libro non mi sia piaciuto ma perchè mi è difficile darne un parere. Sono rimasta giorni interi, dopo aver terminato la lettura del romanzo di Holly Black, a mettere in ordine le idee e cercare di cavarne fuori un giudizio. Devo ammettere che tutto ciò è dovuto in particolar modo a causa del finale che mi ha lasciato così, senza un pezzo: avete presente quando state mangiando, non so pane e Nutella, e conservate per ultimo il boccone più succulento, quello con più Nutella sopra e all'improvviso, giunto il momento di godersi quell'ultima delizia, arriva qualcuno che te lo ruba e se o mangia lui. Ecco quella sensazione di aver tenuto per ultimo la cosa migliore che però alla fine ci viene rubata.

In linea di massima non posso dare un giudizio negativo a questo romanzo ma neppure pienamente positivo, come posso dire? un romanzo sicuramente ben scritto con una bella e completa caratterizzazione dei personaggi (cosa che molte volte viene a mancare nei romanzi autoconclusivi) e un mondo creato perfettamente in cui entriamo senza problemi e che ci lascia senza dubbi irrisolti ma dall'altra parte la storia non mi ha del tutto coinvolta.

Nel mondo descritto dalla Black i vampiri vivono segregati nelle coldtown, città circondate da mura che cercano di evitare il contagio tra vampiri e umani. I vampiri sono una realtà che gli uomini non possono controllare: queste creature sono viste come assassini ma al tempo stesso come qualcosa da ammirare, alcuni di loro sono dei vip e i loro party senza sosta vengono trasmessi in tv. 

Tana vive vicino alla più grande coldtown degli Stati Uniti, porta nel cuore e sul braccio sfregiato il ricordo di sua madre che, morsa da un vampiro, è diventata una fredda, una condizione  metà tra l'umanità e il vampirismo, dalla quale non è riuscita a "guarire" (si libera da casa aggredendo Tana) e cerca di convivere con un padre assente. 

Una mattina Tana si sveglia dopo una festa con i compagni del liceo, la casa è silenziosa e bene presto la ragazza ne scopre il motivo: alcuni vampiri sono entrati in casa uccidendo tutti i ragazzi che erano al'interno. Tutti tranne Tana. Cercando di recuperare le sue cose prima di uscire da quell'orrore e avvisare le autorità la ragazza raggiunge la camera dove erano depositati i giubbotti e li scopre che Aidan, il suo ex ragazzo, è ancora vivo, legato al letto e morso da un vampiro (è quindi diventato un freddo), insieme a lui c'è un altro meraviglioso ragazzo, un vampiro. Il vampiro avverte la ragazza che altri come lui sarebbero arrivati di li a poco e Tana riesce a liberare i due.

Inizia così un viaggio verso la coldtown più vicina, un viaggio che farà scoprire a Tana la vera natura del vampiro che viaggia con lei e che le aprirà una realtà e un modo tutto nuovo.

Un romanzo sicuramente originale. Una lettura consigliata per gli amanti del genere.
Voto: 

10 commenti:

  1. a me è piaciuto molto, nonostante avrei preferite sapere di più su Gavriel e Tana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già! Per una volta che volevo il seguito niente.. uffi! :)

      Elimina
  2. Bella recensione! Ho sentito parlare benissimo di questo libro però non riesce proprio a convincermi e non mi attira! :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho letto incuriosita dalle varie recensioni super positive che ho trovato in rete, alcuni blogger stranieri l'hanno persino inserito nelle migliori letture del 2013 ma io sinceramente non l'ho trovato così fenomenale.. non so, è un libro che bisogna leggere e farsi un'opinione propria (ma se proprio non ti attira lascia stare XD)

      Elimina
  3. Anch'io ho letto molte belle recensioni, ma ancora non mi sono convinta a comprarlo... Sarà che ultimamente sto diventando allergica ai vampiri ^^ Resta il fatto che la trama mi incuriosisce parecchio. Tu che dici? Merita una possibilità??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Lorenza! Dagliela una possibilità :) E comunque i vampiri in questo libro sono "veri" vampiri! Niente sentimentalismi e obiezioni di coscienza sull'uccidere e succhiare sangue XD

      Elimina
  4. Io l'ho iniziato e abbandonato due volte, non riesco a decidermi a leggerlo, forse devo aspettare il momento giusto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha! Si ogni libro ha il suo momento: quello di I segreti di Coldtown deve ancora arrivare ;D

      Elimina
  5. Mi spiace ma è un genere che proprio non mi attira... Però ho letto volentieri la tua recensione...

    RispondiElimina
  6. come libbro a me è piaciuto parecchio che sono rimasta male del finale nn si riesce a capire se Tana ce la fa e come finisce con Gavriel va beh magari la scrittrice cambia idea e fa il continuo (speriamo) :p

    RispondiElimina